fbpx

Come faccio a far apparire il mio sito su Google?

Guarda passo dopo passo la ricerca del tuo sito da parte dei tuoi futuri clienti

Oggi, con l’enorme quantità di aziende su internet, non è sufficiente avere un sito web, devi essere notato dai consumatori se vuoi avere una certa rilevanza, conquistare un pubblico fedele e vendere. Ma come farlo?

Bene, il primo passo è pensare all’esperienza del consumatore. Il processo di acquisto si basa solitamente sul risveglio di un desiderio o bisogno, la ricerca, la relazione e l’acquisto.

Se tu, come cliente, ti rendi conto che hai bisogno di un nuovo televisore, ovviamente il primo passo sarà iniziare a cercare negozi TV che vendono il prodotto al miglior prezzo possibile, giusto? Dopodiché, dovresti prendere il tempo per conoscere meglio il negozio prescelto, verificare se è veramente affidabile e quindi acquistare.

Questo momento di ricerca è decisivo nella finalizzazione dell’acquisto ed è qui che il tuo marchio deve apparire. E sai dove le persone di solito cercano articoli che vogliono comprare? Su Google! Ecco perché chiunque abbia un sito web deve preoccuparsi di apparire lì.

Ora probabilmente stai pensando che essere presente in una situazione così importante per il processo di acquisto dovrebbe essere piuttosto complicato, non è vero?

Beh, posizionare il tuo sito su Google è sicuramente qualcosa di laborioso, soprattutto se vuoi essere tra i primi risultati, ma sicuramente ti aiuterà a ottenere grandi risultati in futuro. Vediamo, quindi, come farlo!

 

Indicizzazione di un sito Web

Ogni giorno vengono creati migliaia di siti Web in tutto il mondo. Google ha un sistema che controlla periodicamente nuovi siti, li analizza e, in base ad alcuni criteri, sceglie se aggiungerli o meno alla directory. Questo processo è chiamato indicizzazione.

Tuttavia, poiché la quantità di siti è elevata, questa indicizzazione organica potrebbe richiedere del tempo. Un’alternativa per accelerare questo processo è fare l’indicizzazione manualmente.

Per aggiungere il tuo URL al catalogo Google, vai su https://www.google.com/intl/en/add_url.html. Lì hai la possibilità di inviare il tuo sito per la revisione e ancora fare alcuni commenti che descrivono che tipo di contenuto sarà trovato sul tuo sito.

Vale la pena dire che fare questa registrazione non garantisce che il tuo sito verrà aggiunto, ma è un passo che può accelerare l’indicizzazione.

Vuoi apparire prima? Investi in SEO

Una volta che il tuo sito è indicizzato da Google, può già essere trovato dagli utenti sul motore di ricerca più famoso del mondo. Ma questo non garantisce che sarai tra i primi risultati.

Hai notato che quando si cerca qualcosa come “come dipingere le piastrelle” appare una serie di risultati e diverse pagine? Bene, questo non è casuale. Google mette in cima i risultati che ritiene siano i migliori perché sa che la tendenza è che il pubblico faccia clic sui primi collegamenti visualizzati.

E cosa fa capire a Google quali sono i siti migliori da mostrare agli utenti? Un numero di fattori che insieme chiamiamo SEO.

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization, ed è ciò che determina se un sito web sarà il primo o il centesimo link nella pagina dei risultati di Google.

Se vuoi non solo avere la possibilità di comparire su Google, ma di fatto essere tra i primi, devi conoscere e investire in SEO. Alcune delle tecniche chiave per un migliore posizionamento sono:

 

Produrre contenuti di qualità: la preoccupazione principale di Google è mettere il contenuto che meglio soddisfa le necessità dell’utente interessato. Quindi preoccupati di creare ottimi contenuti, rispondere alle domande più frequenti e istruire coloro che stanno leggendo.

Focus sulle parole chiave: il testo che digitiamo nel campo di ricerca di Google è chiamato parole chiave e rappresenta il collegamento tra ciò che il visitatore sta cercando e ciò che il tuo sito ha da offrire. Pensa a quali parole i tuoi potenziali clienti possono utilizzare nel motore di ricerca e prova ad inserirle nel tuo testo.

Cerca link esterni: quando sei citato da altri siti, Google comprende che stai diventando un riferimento e questo contribuisce notevolmente a migliorare la tua classifica. Ma non basta essere citato da qualsiasi sito web. È necessario che tu riceva link da pagine correlate con il tuo prodotto e sono già state affermate su internet. Cioè, è inutile creare un altro sito da collegare al tuoi, Google lo scopre!

Avere un layout  per smartphone: poiché la priorità è fornire la migliore esperienza possibile al pubblico, e le persone sono sempre più connesse a internet attraverso i loro smartphone, Google ha recentemente affermato che avere un layout per smartphone migliora la classifica.

Aggiungi un certificato SSL al sito: il certificato SSL è ciò che fa in modo che il tuo sito crittografi le informazioni scambiate tra te e chi vi accede. Come elemento che garantisce la sicurezza degli utenti, è già considerato uno dei principali fattori per le classifiche di Google.

Come ultimo suggerimento, è giusto dire che quando si tratta di SEO è inutile cercare di essere furbi e trovare un “modo” di dribblare questi elementi. Questa tattica è conosciuta come Black Hat e non soddisfa affatto Google; potresti essere penalizzato e perdere posizioni, o addirittura vedere rimosso il tuo sito dal catalogo di Google. Cioè, non ne vale la pena! Lavora sul tuo sito con dedizione e ce la farai!

Leandro De Aguiar è Founder di ComCart, lavora con e-commerce dal 1998, ha portato grandi e piccole realtà online.

Startuper con grande esperienze, guida ComCart nelle scelte strategiche di tecnologia e business development.

REALIZZA IL TUO E-COMMERCE E VENDI ONLINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *